A Camerota è possibile visitare due grotte preistoriche affacciate sul mare

La Grotta della Serratura (o Grotta della Chiave) è stata generata dal processo carsico. Favorito dalla presenza di una importante faglia con direzione NE-SW. Si trova lungo la costa di Marina di Camerota, poco più a sud. Prima di raggiungerla, però, si ha la posibilità di ammirare la splendida Grotta della Cala

Grotta della Serratura

Nel Pleistocene superiore e nell’Olocene sono documentati profondi mutamenti. In conseguenza delle variazioni eustatiche del livello del mare. Alta e lontana dal mare durante le pulsazioni regressive, nei momenti più caldi la grotta veniva invasa dalle acque.
E l’attuale spianata diventava una profonda baia interna. Fori di litodomi e i solchi di battente all’interno della grotta indicano un livello marino a + 10 m, riferito alla trasgressione tirreniana.

Successivi movimenti tettonici hanno basculato queste linee di circa 20 gradi verso Est. La serie stratigrafica originaria si è conservata quasi integralmente solo sul fondo della grotta. Mentre all’ingresso restano lembi di sedimenti cementati. Essi ampiamente erosi dal mare in trasgressione, che sono ancora oggetto di studi.

Lembi di deposito eroso sono visibili a luoghi anche sulle pareti.

Grotta della Cala

Il territorio del Comune di Camerota ospita un numero notevole di cavità, marine, subacquee e terrestri. Molto spesso esse si trovano in aree di notevole interesse naturalistico. E anche con straordinari paesaggi carichi di suggestione, storia e di bellezza. La Grotta della Cala, ad esempio, si apre a pochi metri dal mare. La pianta della caverna ha una forma a clessidra ed è composta da una prima grotta più esterna e da un seconda grotta, collegati da strozzatura. C’è anche una grotta più interna non visitabile.

Le testimonianze archeologiche trovate nella Grotta della Cala sono importantissime, indicano la presenza di alcuni gruppi di uomini di Neandertal nel Paleolitico medio, ed un più sistematico utilizzo della grotta da parte dell’Homo sapiens succedutisi nel tempo, fra 30 mila e 10 mila anni or sono, con una interruzione (fra 24 mila e 16 mila anni fa, in corrispondenza dell’ultimo periodo di massimo raffreddamento climatico.

Informazioni

Entrambe le grotte sono visitabili. Per informazioni occorre recarsi all’ufficio turistico La Perla Del Cilento ubicato in località Porto a Marina di Camerota.