Cala Bianca, spiaggia più bella d’Italia. Come raggiungerla

Cala Bianca è selvaggia, immacolata, silenziosa. La spiaggia, incastonata nell’area marina protetta ‘Costa degli Infreschi e della Masseta’, è stata insignita, nel 2013, del riconoscimento di ‘Più bella d’Italia’. Il premio, consegnato da Legambiente, è un vessillo che continua a sventolare su Camerota.

Il suo nome deriva al colore dei sassi e dal fatto che, secondo quanto si racconta, quando i pescatori non avevano la possibilità di attrezzare le imbarcazioni e i gozzi con mezzi tecnologici, utilizzavano la baia, illuminata dalla luna con la luce che rifletteva appunto sui sassi bianchi, come punto di riferimento.

La spiaggia è abbracciata dalla baia del Pozzallo, che ospita la spiaggia e la grotta omonima. E’ raggiungibile a piedi, seguendo un percorso trekking non proprio semplice ma nemmeno impossibile. E’ consigliato servirsi di attrezzatura idonea e di seguire i consigli degli esperti. Oppure, come sono soliti fare la maggior parte dei visitatori, con l’ausilio di imbarcazioni.

I barcaioli di Marina di Camerota, infatti, tutte le mattine, da metà maggio a ottobre, accompagnano i turisti alla scoperta dell’area marina protetta. La spiaggia di Cala Bianca, protetta da particolari vincoli ambientali, non può essere raggiunta direttamente dalle prue delle barche ma sicuramente sarà piacevole tuffarsi in mare a poche decine di metri dalla riva e scoprirla anche in questo modo.

Riproduzione riservata – © 2021

Webcam

Spiaggia Calanca

Porto Marina di Camerota